ENRICO DAQUILIO

DOLOMITI LAGORAI MTB CHALLANGE

PER SAPERE TUTTO SULLA SECONDA EDIZIONE DEL DOLOMITI LAGORAI MTB CHALLANGE CLICCA QUI REGOLAMENTO LA MANIFESTAZIONE PASSATA DALLA F.C.I all'A.C.S.I  è riservata ai soli ciclo amatori DOLOMITI LAGORAI MTB CHALLENGE: TARGET AVVENTURA TAPPE SCENOGRAFICHE “AVVOLTE NEL MISTERO”  Il target che si prefissa la seconda edizione del Dolomiti Lagorai MTB Challenge, dal 16 al 18 giugno in Trentino, è uno solo: l’avventura. I dettagli dei percorsi nelle tre giornate di gara verranno svelati solamente dieci giorni prima con la consegna del gps, nel frattempo, le tappe di avvicinamento alla competizione valsuganotta sulle ruote grasse con fulcro a Roncegno Terme (TN) saranno “avvolte nel mistero”, per dare un tocco di pathos che non guasta, come sottolinea il GS Lagorai Bike. Quel che è certo, sono i metri di dislivello ed il conto totale del chilometraggio, “svelati” dal presidente del comitato organizzatore Enrico D’Aquilio per dare una qualche certezza ai concorrenti del Dolomiti Lagorai MTB Challenge, ansiosi di  sapere come si svilupperà la competizione. Ebbene, i metri di dislivello saranno dai 2000 ai 3500 metri al giorno, ed il chilometraggio da un minimo di 75 km ad un massimo di 125 km giornalieri. La prima tappa della gara a coppie (maschili, femminili o miste)... continua

Una ciclabile per la Mountain Bike

Qualificazione outdoor del parco di Gocciadoro attraverso la mountain bike di Elisabetta Bozzarelli Il Trentino ha investito moltissimo nella pratica delle due ruote con centinaia di chilometri di piste ciclabili asfaltate, ottenendo importanti ritorni anche in termini turistici. Il mountain bike è molto praticato, sia dai turisti che dagli abitanti locali, favoriti dalla presenza «naturale» di percorsi adatti. Lo scopo del progetto nel parco Gocciadoro è quello di permettere la pratica della mountain bike a 360 gradi anche nel nostro capoluogo, mettendo a disposizione di una vasta utenza le caratteristiche di un ambiente montano all'interno di un contesto urbano. L’intenzione inoltre è quella di «trasferire» anche al mondo delle «ruote grasse» la stessa sicurezza che le piste ciclabili asfaltate hanno trasmesso agli appassionati delle «ruote strette» permettendo ai tracciati ipotizzati nel parco Gocciadoro, di assumere la funzione di «ciclabile per il mountain bike».    In questi anni la pratica della mountain bike e di tutte le discipline che la compongono (cross country, marathon, trail, all mountain, enduro, freeride, downhill, four cross e trial) è in continuo aumento, sia tra gli appassionati che tra i tesserati agonistici.  Perché... continua
lg md sm xs