al link "locandine prossime gare" (sopra a dx) tutto sul campionato italiano della montagna.

Pennes, un finale per soli numeri uno.

Nella quarta prova della Sudtirol.Berg.Cup. Un  trattato di strategia applicata. Protagonisti il duo della  BRAO CAFFE': TUMLER/UNTERTHURNER.   Sarentino, 20 agosto 2016. Dopo Mendola, Palade e Stelvio ha preso il via nella incantevole spianata di Sarentino, il  Gran Premio p.sso Pennes, quarta prova del circuito   Sudtirol. Berg. Cup. Challange di cinque prove dedicata alle gare in salita.  Spaventa più il nome di questo passo Dolomitico che non la salita che lo caratterizza, ridotta  a neanche 10 chilometri e con pendenze più da granfondisti  che non da scalatori. Se poi ci aggiungi i  chilometri iniziali piatti che più piatti non si può, i grimpeur  puri ci trovano  da perderci il sonno e anche  la corsa. 26 i chilometri da percorrere con un dislivello di 1.190 mt. Dal via volante di Campolasta fino a Rio Bianco (km. 12.500) è cosa per passisti anche se i pochi sporadici tentativi di allungo non sortiscono effetto alcuno. Al chilometro tredici è il biker trentino Ivan Degasperi a provare l’allungo che però rientra nel volgere di qualche centinaio di metri. Nell’attraversamento dell’abitato di Pennes si forma al comando un gruppetto con una dozzina di concorrenti ma l’azione decisiva si concretizza ai meno sei... continua

NELLA NOTTE DELLE STELLE CADENTI

  TRENTO, 14 agosto.m 2016. In tanti anni di osservatore attento di ciclismo amatoriale non avevo ancora visto una gara di paese nobilitata  dalla presenza di un rampante dilettante under 21 appartenente alla più forte , storica e pluri-titolata squadra italiana della categoria. E’ un po’ come se Peter Sagan si fosse presentato alla partenza della Bolghera, oppure se Froome avesse pensato bene di partire al Giro del Trentino per cicloamatori ….  Mi immagino la faccia di Giuseppe Zoccante con alla partenza  Chris con la maglia gialla e Peter in tenuta iridata al proprio fianco, fantastico ! Certo per far partire Froome e Sagan servirebbe una piccola svista regolamentare, la stessa fantasia  servita per classificare la Volano-Finonchio  gara di mtb,  gare dove è concessa la partenza per la cat. Elite, ma in fondo anche sullo strappo del Bellevue c’è qualche buchetta nell’asfalto e che sarà mai far passare per un cross country anche la Bolghera ! (e non parliamo del divieto di usare il manubrio da corsa nelle gare mtb). Tornando alla stretta attualità devo fare anche una amara considerazione, visto che comunque rimango il presidente della squadra che ritengo la mia "piccola" corazzata. In tutti questi anni ho sempre pensato che i cicloamatori nostrani... continua
lg md sm xs