UNTER/VARESCO Lagundo/Veloi 2014

14/08/2007 - Giro del TRENTINI - Pieve Tesino - Pieve Tesino

  Tutti temono il MORELLO, ma a indirizzare questa 22° edizione del giro del Trentino sono stati gli episodi avvenuti in pianura. La fuga di oggi stravolge una classifica che pareva già assestata e toglie in un sol colpo i primi 3 dalla classifica generale.               Partono in 114 per questa tappa di km. 87.300 che percorre in andata e ritorno la vecchia provinciale della VAL SUGANA, articolata da un percorso leggermente vallonato e con l'erta finale de 9 impegnativi chilometri di salita che separano l'abitato di GRIGNO al culmine del MORELLO.  IL TESINO aspetta BRUNO PICHLER per mantenere la maglia fuxia del primato e ANTONIO CORRADINI (già vincitore di frazione nella 21° edizione) per la vittoria di tappa. IL TESINO invece ci propone DORIANO PURISMI, che già al prologo d' apertura con il suo 3.25 si era classificato al terzo posto assoluto. Per provare il colpaccio assieme al vincitore ci si è messo PAOLO DECARLI, staccato di un solo secondo nella classifica generale provvisoria. I due transitano a BORGO VALSUGANA con un centinaio di metri sul gruppo e incrementano il loro vantaggio nella successiva salita di RONCEGNO portando il loro distacco a 35" su un gruppo allungatissimo. I tempi evidenziano in maniera netta i propositi bellicosi del tandem di testa che non si trova lì solo per provare la gamba. Nel successivo passaggio ai MASETTI di Pergine, PURISMI e DECARLI transitano con 58" di vantaggio su un quintetto formato da: BERTOLINI, ZAGO, PICHLER, CUNICO, THORBEN NILEWSKI. e 1.30" sul gruppo. I cinque inseguitori raggiungono i fuggitivi nei pressi di S. Cristoforo dove inizia i "dramma" di PICHLER per il quale non è giornata se poi ci aggiungiamo l' invito velato proposto in corsa a lasciar perdere e i continui buchi non del tutto casuali che era costretto a coprire, eccoci confezionate le concause che lo hanno costretto a mollare.
            
Il ritardo del gruppo si dilata in maniera esponenziale 1.50", 2.30" e infine 3.15" all 'imbocco della salita del MORELLO. GIà dopo i primi due tornanti, dal gruppo dei battistrada si staccano i passisti del drappello; si ritrovano così in avanscoperta: ANDREA CENTARO, DORIANO PURISMI e PAOLO DECARLI che proseguono di comune accordo per i primi 5 chilometri. CENTARO e PURISMI non fanno parte dei pronosticati per cui si confida sull 'azione di PAOLO DECARLI del quale conosciamo le ottime doti di scalatore. Ci pensa radio corsa a rimetterci le cose a posto, annunciando l' improvviso allungo dell 'atleta della MG.K.VIS LOOK. CENTENARO e DECARLI tengono botta per un centinaio di metri per poi mollare definitivamente la presa. All 'arrivo di PIEVE TESINO, PURISMI si presenta in solitudine a godersi l' abbraccio del numeroso pubblico presente. Per PAOLO DECARLI l' oscar della sfortuna che a causa di un guasto meccanico ai 500 metri dal G.P.M. è costretto a mollare prima il compagno d' avventura e poi a farsi superare da altri sette concorrenti. L' ultimo chilometro è stato fatale anche per ANTONIO CORRADINI e THORBEN NILEWSKI che si sono arrotati vicendevolmente, senza subire particolari conseguenze. Nelle classifiche per categoria troviamo: master sport. DORIANO PURISMO - master 1. ANDREA CENTENARO - master 2. VALENTINI GABRIELE. - master 3 BENEDETTI TIZIANO. master 4. FERRARI MARCO - master 5. SILVANO JANES.



< indietro ANNO 2007
lg md sm xs