UNTER/VARESCO Lagundo/Veloi 2014

Malga Tof

  ROVERETO, 11 luglio. La 35° edizione della "MALGA TOF", classicissima di mezza estate di 35 impegnativi chilometri che separano ROVERETO alla malga in gestione alla A.S.D. LIZZANELLA, ha visto al via più di cento concorrenti, a conferma di quel trend positivo che vede di nuovo le manifestazione ciclo amatoriali ben partecipate.
           La gara, tornata quest 'anno ai fasti di prova nazionale <Stella Alpina>, (particolare challange dell 'UDACE Nazionale dedicata agli scalatori) ha richiamato tutti gli specialisti del ciclismo amatoriale nazionale che amano le gare in salita. Con GIULIANO ANDERLINI capofila oltre ai nostri DECARLI, VALENTINI, PICHLER, PAOLI, FERRARI e ai due atleti targati CARRARO, VARESO ed APPOLONNI. Tutti decisi fino in fondo a giocarsi la prestigiosa vittoria, ma soprattutto i valori che questo 2009 non ha ancora ben definiti. Talmente decisi che grazie anche alle condizioni atmosferiche particolarmente favorevoli i primi quattro classificati hanno abbassato il record della corsa, stabilito nel 1999 da SILVANO JANES con 01.06'.32".
           Il punto di ritrovo, oltre alla verifica licenze ha ospitato una sorta di vernissages del <TRENTINOTOUR> gara a tappe in programma per il 14/15/2146 agosto che è stata illustrata nei dettagli mediante la distribuzione delle apposite brochure e l' affissione delle locandine.
           Sono sufficienti i primi sette chilometri che si inerpicano nella VALLARSA per dare alla gara una propria fisionomia. FERRARI, DECARLI, APPOLONNI, VARESCO, PICHLER e ANDERLINI, compongono il drappello dei battistrada del quale fatica a farne parte APPOLONNI, sottoposto suo malgrado a repentini abbandoni ed a successivi faticosissimi rientri. APPOLONNI si manifesta quindi fin da subito la prima vittima sacrificale, al quale viene poco dopo a fare compagnia GIULIANO ANDERLINI, vittima più delle proprie paure che non dei suoi avversari. Giudice supremo sono i due chilometri di discesa tecnica che separano i paesi di ANGHEBENI e ASTE, nella quale il duo DECARLI e PICHLER prova a fare quella differenza che non è riuscito a fare in salita. ANDERLINI molla e lascia al comando un quartetto niente male con VARESCO, DECARLI, FERRARI e PICHLER a giocarsi il successo finale. I passaggi da: S. ANNA, ASTE, MATASSONE, FOPPIANO e ALBAREDO non modificano la situazione, con il quartetto che mena a tutta ed un mai domo ANDERLINI che cerca in salita di riprendersi il terreno perso in discesa. Impresa troppo ardua per un uomo solo anche se dai precedenti tanto illustri. A sei chilometri dall 'arrivo, appena impennata l'ultima asperità, la più logica delle tattiche vede in avanscoperta il biancoazzurro BRUNO PICHLER che conduce da solo per un chilometro. VARESCO non ci sta e riporta il terzetto superstite sul battistrada. Il tempo di ricongiungersi che è la volta del compagno di scuderia PAOLO DECARLI a tentare la sortita. Due chilometri in solitudine con il solito VARESCO che rientra assieme a PICHLER. Sullo slancio i due guadagnano qualche metro che consente loro di giungere appaiati ai duecento metri. "chapeau" per VARESCO che ha interpretato magistralmente l' erta finale e tiene per lo sprint decisivo le energie necessarie a vincere agevolmente. MARCO FERRARI rientra poi su DECARLI e va a prendersi l 'ultimo gradino del podio. Dal gruppo inseguitore ai due chilometri scatta DANIELE SOMAVILLA che precede un gruppetto con VALENTINI ed un esausto APPOLONNI, classificandosi in sesta posizione.
           Nelle diverse categorie primi posti per: cadetti, DANIELE SOMAVILLA (Bren Team) -junior, PICHLER BRUNO (Petrolvilla/Bergner Brau) - senior, JARNO VARESCO (Carraro) - veterano, MARIO APPOLONNI (Carraro) - gentleman, MARCO FERRARI (lBren Team) - superg. A, GIULIANO ANDERLINI, (Udace Bologna) - super.g B CLAUDIO MICHELOTTO (Bike service). Fra le Società primo posto per la PETROLVILLA/BERGNER BRÄU (punti 49), BREN TEAM (punti 39), e u.s. AURORA (punti 35).



< indietro ANNO 2009
lg md sm xs