nella GRAN FONDO ROMAGNOLA di RICCIONE Daniele Bergamo si classifica al 5° posto assoluto dopo una volata a otto. e conquista il 1° posto di categoria fra i Senior2:

26 e 28 GIUGNO DUE NUOVE MANIFESTAZIONI. BIKE TUENNO E SENZA FRENI.  clicca su questo testo

Fra i team trionfo della BRAO CAFFE' - UNTERTHURNER.

Vince Giussani ma l'eroe di giornata è Andrea Zamboni

Vestono la maglia con i colori dell'iride: ARRON SOMMER, TOMMASO TOMAIONO, ANDREA CALZA, NIKY GIUSSANI, TOMMASO SESSA, CORRADO CORRADINI, MAURO GALBIGNANO, ELISA ZAMBONI e MARCELLINA DOSSI.

Nel downloads in fondo alla pagina gli arrivi in grande formato di Giussani e Elisa Zamboni.

nel downloads in fondo alla pagina la classifica generale.  

per quelle di categoria clicca qui

 

nello "scrollen" le foto di Marco Oss.

 

VASON. 26 LUGLIO 2015.     Più di 100 i concorrenti al via per questa nuova edizione del campionato del mondo della salita organizzato con la consueta perizia dal Team MARZOLA di POVO della premiata ditta BENEDETTI/SEGATA, 19 chilometri da percorrere possibilmente sotto l'ora per essere considerati  (corridor) come profetizza già da anni Silvano Janes.  

Presente per l'occasione anche l'avv. BORGNA massima  autorità dell' A.C.S.I. e della CONSULTA NAZIONALE,  LUCIANO PARISI presenza storica del ciclismo amtoriale regionale, Il vice sindaco di Trento, l'ass, ROBOL, il rappresentante della Cassa Rurale di TRENTO e ELDA VERONES per completare il tavolo delle autorità. 

 Al via  di piazza Fiera mancano JANES,   UNTERTHURNER e JARNO VARESCO  freschi vincitori del titolo nazionale  Italiano della salita. Sono comunque ben rimpiazzati dalle presenze di GIUSSANI, CALZA , ZAMBONI, OBRIST e MIKI TUMLER dei quali si dice una gran bene considerati i risultati  quando le strade cominciano  a guardare all’ insù.  

Al primo rilevamento di SARDAGNA transitano una dozzina di concorrenti con i trentini TUMLER, ZAMBONI  e CASNA  che fanno ben sperare in un epilogo favorevole verso i colori di casa. La prima vittima illustre è l’alto atesino Michael Obrist (recente vincitore dello Stelvio) che già non fa parte del ristretti gruppo dei battistrada. Nel successivo rilevamento di CANDRIAI si riducono a nove gli atleti che ambiscono alla vittoria finale. Nei vulcanici tre chilometri che separano Candriai a VASON succede l'imprevedibile, CALZA fa un primo allungo  e riduce a quattro i corridori in fuga che poi si riuducono a tre  per l'inaspettata resa di MIKI TUMLER dato per l'occasione in grande spolvero.  .

 E’ gara a tre con ANDREA ZAMBONI che sembra il più in palla e che cerca in ogni modo di evitare l’arrivo in volata. I suoi allunghi non raggiungono però i  risultato sperato, CALZA “molla” ma GIUSSANI non ne vuole sapere e resiste alla ruota di ZAMBONI. E’ volata a due e il lombardo GIUSSANI non si lascia scappare l’occasione (57.44.50). ZAMBONI è “solo” secondo, CALZA (vincitore della scorsa edizione si deve accontentare del terzo posto. GALBIANI, fra  i fuggitivi della prima ora agguanta il terzo gradino del podio superando un  MIKI TUMLER oramai alla deriva.

Ha vinto Giussani dunque ma l'eroe di gionata è Andrea Zamboni, biker discreto (prestato alle corse su strada) nascosto fra le pieghe delle sue montagne con le salite sempre vissute  da protagonista,  alternate da   discese percorse con discrezione che   lo penalizzano un po',  ma che ha ritrovato nelle corse su strada la  consapevolezza di essere scaltore di valore assoluto con la prospettiva di poter fare ancora meglio.

Fra le donne maglia iridata per MARCELLINA DOSSI e per una sorprendetne  ELISA ZAMBONI che ripaga la delusione  del secondo posto del fratello ANDREA con la sua nuova maglia con i colori dell’iride.

 

sotto: MIKI TUMLER in una eloquente espressione.

 

 



< indietro GARE 2015
lg md sm xs