Marco Oss ci invia i suoi personali auguri. Vai al link "foto della settimana" o clicca qui

Campionato Italiano della salita. Vince OSCAR LAZZARONI ma bravissima anche "RADIO CORSA" .

Vestono il tricolore: ANDREA ZAMBONI (M1/2) - OSCAR LAZZARONI (M3) - MARIO APPOLONNI (M4) - STEFANO PILO (M5) - PIERGIORGIO DELLAGIACOMA (M6/7) . Fra le donne sempre SERENA GAZZINI.

PER LE CLASSIFICHE COMPLETE  VAI AI LINK SOTTO IL TESTO

 

nella foto della settimana un bel tripudio di colori -clicca qui -

nello "scrollen in fondo alla pagina alcune immagini della corsa,  

 

 

 

 

MORI, 4 settembre 2016. Un Campionato italiano che sia anche di specialità, comporta un lavoro di almeno sei  mesi e l' impiego di quasi un centinaio di persone fra organizzatori, motociclisti, addetti ai bivi, giudici di gara, cronometristi e servizio sanitario. Ma quando gli addetti ai lavori sono molto  più numerosi dei concorrenti, qualcosa non quadra e non è certamente colpa dei volonterosi  organizzatori o della quota di partecipazione se in solo 51 concorrenti F.C.I si sono presentati per giocarsi le 6 maglie in palio. Per fortuna un regolamento ballerino ha consentito una retroguardia di  22 tesserati agli ENTI che non hanno comunque ripagato gli organizzatori degli sforzi profusi.

 

LA CRONACA: La presenza annunciata dell’ex élite (selezionato nel 2010,  azzurro di  marathon) OSCAR LAZZARONI (campione del mondo MTB in carica) scombina tattiche e strategie e lo si intuisce fin da primi chilometri di ascesa quando dopo un primo allungo di ZAMBONI subito rientrato,   troviamo LAZZARONI a scandire il passo. Al forcing del corridore lombardo operato prima di BRENTONICO, resistono  CALLIARI, MARCON, VARESCO, SOGNE,   ZAMBONI, e UNTERTHURNER  che viaggiano con una decina di secondi di vantaggio su un altro gruppetto composto da: FENAROLI, APPOLONNI, MAGANZINI, MARCONI e BERGAMO. Superato BRENTONICO, nella successiva discesa, sul gruppetto dei primi rientrano FENAROLI & C. formando  il gruppo di testa composto da una dozzina di concorrenti. Nell’ attraversamento di PRADA, LAZZARONI produce lo sforzo maggiore e dopo un primo allungo neutralizzato da ZAMBONI riparte, asciando il perginese sui pedali.

RADIO CORSA, coordinata da un magistrale MICHELE FRISANCO ci ragguaglia ora passo passo gli ultimi quattro chilometri riferendo anche i distacchi fra il battistrada e ANDREA ZAMBONI, lanciato al suo inseguimento. Ai tre chilometri e ottocento metri LAZZARONI gode già di un vantaggio di 50” che però chilometro dopo chilometro  si riducono sorprendentemente  fino ad arrivare al traguardo con soli a16”  su un lanciatissimo ZAMBONI, a ventotto secondi dal vincitore transita STEPHAN UNTERTHURNER che va a coprire il terzo gradino del podio. Al femminile solito monologo per SERENA GAZZINI che precede PAOLA RAOSS e ALESSIA LAMBRUGHI.

A giochi fatti la premiazione di rito. Certo che una bandiera tricolore (C’era il pennone a 10 metri) e un inno a MAMELI (bastava un telefonico connesso all’impianto) non ci sarebbero stati male. Anzi!!!!

 

http://files.spazioweb.it/aruba65783/file/classifica_assoluta_4.pdf*

e per quella di categoria clicca qui



< indietro GARE 2016
lg md sm xs