JANES e VALENTINI dopo l'arrivo

SILVANO JANES INDOSSA L'IRIDE N. 11. RENZO VALENTINI CONQUISTA LA MEDAGLIA DI BRONZO..

ANDREA ZAMBONI MEDAGLIA DI BRONZO FRA GLI M1 - FRA GLI M2 IVAN DEGASPERI NON VA OLTRE IL QUARTO POSTO.

Nello "scrollen" sotto la foto grande, le fasi più interessanti delle gare. (clicca sulla miniatura che scorre per ingrandire)

 

VERMIGLIO 31  agosto e 01 settembre 2016  Il trentino Silvano Janes (50:06) ha conquistato il suo undicesimo titolo Mondiale Mtb Master vincendo questo pomeriggio la gara della categoria 60-64 anni dei campionati del Mondo UCI Val di Sole 2016, disputata sul circuito della piana dei laghetti di San Leonardo a Vermiglio, in Trentino, e chiusa con un podio interamente italiano.
Al termine di quattro tiratissimi giri, il portacolori Brao Caffè - Unterthurner ha battuto in volata il bresciano Roberto Viviani (Racing Rosola) e l’altro trentino Renzo Valentini (Team Bsr). A completare il bottino azzurro vi è poi il quarto posto di Fabrizio Stefani (team Rudy Project) finito a 3:43. Poi nell’ordine il francese Patrick Busolini, il belga Rudj Geentjens, lo spagnolo Juan Sanchez Vereda, l’uruguayano Washington Bonansea, lo spagnolo Jose Maria Santisteban Garma e il tedesco Werner Schwendt.
Janes ha conquistato il carriera undici titoli iridati, di cui otto con la Mtb e tre su strada. Ha partecipato al primo Mondiale Mtb nel 1990 a Durango, negli Usa. Per il bresciano Viviani l’argento della Val di Sole si aggiunge al due quarti posti mondiali, all’argento europeo e a due titoli italiani Marathon e altrettanti di Cross Country. Anche per Valentini il podio di oggi suggella una carriera con numerosissimi titoli italia.
 La cronaca nel dettaglio: Perchè dover essere per forza  in tanti quando nei pochi presenti c'è il meglio che esista al mondo? Venti solo venti i partecipanti fra gli M7 a questa edizione del campionato del mondo master U.C.I.  ma venti bastano ed avanzano per offrire al  pubblico presente lo spettacolo che merita. JANES parte a tutta fin dal primo giro e scollina  al punto più alto della manifestazionen con 18" di vantaggio sulla coppia VALENTINI/VIVIANI. La  successiva discesa quasi toglie dai giochi JANES costretto ad uscire di traiettoria  e a finire per le terre con   capriola annessa. l'impatto produce per fortuna pochi danni, un colpo al polso ed una botta ad una costola che non pregiudicano più di tanto l'evoluzione della corsa. Il tempo di rimettersi in sella e cominciare l'inseguimento  ai due che nel frattempo lo avevano superato   ora divenuti battistrada. Al passaggio del primo giro le cose sono già rimesse a posto ed abbiamo  in testa un terzetto che ha oramai fatto il vuoto con il resto del gruppo. Nei due rimenenti giri JANES riprova, senza riuscirci a fare la differenza, la gara diventa così competizione di attesa senza grandi rivoluzionamenti. Siamo alle battute finali con radio corsa che preannuncia volata e volata sia: Ai 250 metri VIVIANI prende inaspettatamente la testa con JANES posizionato ottimamente in seconda posizione, all'uscita dell'ultima curva non c'è ne per nessuno JANES ricorda i suoi precedenti da stradista e si produce in un allungo che non ammette repliche. Primo JANES secondo un polemico VIVIANI e terzo il brillantissimo VALENTINI. (la foto nel testo è di Marco Oss)

 

VERMIGLIO 01 SETTEMBRE 2016. Dopo l’ oro e il bronzo conquistati mercoledì da SILVANO JANES e RENZO VALENTINI, nella seconda giornata del campionato del mondo U.C.I è arrivata un’ altra medaglia per i colori del Trentino. A salire sul podio nella seconda ed ultima giornata dedicate al cross country è stato ANDREA ZAMBONI delle BRAO CAFFE’ – UNTERTHURNER. ZAMBONI fin dall’inizio pressato anche nei pronostici fra il Campione Italiano FABIO ZAMPESE e l’ atleta svizzero IUERG GRAF, poteva mirare esclusivamente alla medaglia di bronzo; per la sua conquista l’atleta perginese ha dato il meglio di se lungo le sei terribili ascese che lo separavano dal traguardo. Sempre in primissima posizione durante la salita, pagava dazio nelle successive discese dove perdeva quanto guadagnato in salita. Già nella seconda tornata ZAMPESE e GRAF potevano contare su una decina di secondi di vantaggio sul terzetto composto  da ZAMBONI, dal francese MOUNIER e MICHELE RiGHETTI. Appena dietro MIKI TUMLER alle prese con un guasto meccanico che lo fa finire fuori traiettoria tenta un improbabile rientro. Cosi posizionati i protagonisti della corsa percorrono più di metà gara. Solo nel corso della quarta tornata, il campione italiano in carica ZAMPESE sferra l’attacco risolutivo e si toglie da ruote l’ ostico svizzero.  Stessa sorte per il terzetto inseguitore    che  si sgretola lanciando alla caccia dei primi il solo ZAMBONI. Nell’ultima tornata con il podio quasi già assegnato non si registrano colpi di scena. Primo ZAMPESE, secondo GRAF e terzo ZAMBONI a 3'.10". MIKI TUMLER si classifica poi in nona posizione.

Colpo di scena fra gli M2 con i fari puntati sull’atleta di casa IVAN DEGASPER ben supportato dai suoi numerosi tifosi e dall’invidiabile organizzazione del suo Team di appartenenza. Dopo un’ avvio molto promettente con il francese LAURENT SPIESSE e lo stesso DEGASPER a condurre la corsa, DEGASPERI  perdeva poi posizioni ad ogni tornata venendo superato anche  dallo spagnolo CIA APEZTEGUIA PATXI e dal suo connazionale ALBERTO RIVA. A fine gara primo SPESSER, secondo PATXI CIA, terzo ALBERTO RIVA e quarto IVAN DEGASPERI a 3',36"

 Ancora su bronzo di ZAMBONI       Ancora su ANDREA ZAMBONI

Ancora sul mondiale di JANES clicca qui

 

PER TUTTE LE CLASSIFICHE CLICCA QUI

Nella foto sotto:

nella gara successiva a quella della conquista del titolo   il neo campione del mondo si mette al  servizio dei suoi compagni si squadra.

 



< indietro GARE 2016
lg md sm xs