mtb - LA VECIA FERROVIA - ANDREA ZAMBONI primo assoluto nella gara riservata ai master.

Nella gara in salita a MAREBONE vince la PAOLAZZI.

CAVALESE, 6 AGOSTO 2017. 21° edizione della Vecia Ferrovia della Val de Fiemme che si conferma ancora una volta come una delle più partecipate manifestazioni in regione. Grande quantità ma anche qualità con la presenza di quasi un centinaio di elite tra i quali alcuni dei più forti granfondisti italiani.

Partenza da Ora al fischio dell'ultimo capotreno della ferrovia e dopo la veloce fase in ciclabile lungo adige di imbocc il percorso che sale con poca pendenza ma senza mai pausa fino a Passo S. Lugano, poi breve saliscendi fino a Castello di Fiemme e la ripidissima salita della "pala". Ultimi 5 km veloci e tutti da spingere fino alla salita finale tutta a tornanti che porta all'arrivo nella pineta di Piazzol.
Partenza dei master circa 40" dopo gli elite e subito gran trenata per recuperare la testa del gruppo e sfruttare il "fattore real time". Sul primo duro strappo di Pinzano il gruppo comincia a sfilacciarsi e sulla successiva rampa di Masi di Doladizza la gara assume la sua fisionomia quasi definitiva: davanti un gruppo di una decina di elite inseguito a poco meno di un minuto da altri 6 che comprende anche i primi master Zamboni e Depaul, dietro a vista gli altri leader del Trentino MTB con Lorenzetti, Zampedri, Rosati e poco più dietro Ludwig e Dellagiacoma.
Nella discesa verso Castello di Fiemme il gruppetto degli inseguitori si riduce con Zamboni e Depaul leggermente attardati (quest'utlimo vittima di guasto meccanico che riesce prontamente a riparare grazie all'aiuto di Ivan Degasperi e Bazzanella). Zambo recupera poi 3 posizioni nei successivi tratti in salita e chiude 12° assoluto e primo master. Seguono Luca Zampedri 16°, Lorenzetti 17°. Segata 19°, Biasioli 25° e via via tutti gli altri.


< indietro GARE 2017
lg md sm xs