ANCORA DISCRIMINATI. CICLO AMATORI SOLO PER FARE CASSA

 

TRENTO, 23 GENNAIO 2015. E’ già diventata consuetudine, ma l’atteggiamento persecutorio che usa il Presidente BROCCARDO nei confronti delle Società ciclo amatoriali ha dell’incredibile.

Sarà anche una banalità ma l’ultima perla partorita dagli uffici di p.zza. di CENTA 11  riguarda  l’oramai contestata  pubblicazione  speciale  per la presentazione  della stagione 2016 che la F.C.I. TRENTINA usa commissionare al giornale l’ADIGE.

Ma anzichè fissare i costi in maniera equanime Il Comitato trentino ha pensato bene di fare delle tariffe differenziate: 150 euro per alcune società e 200 euro per le Società ciclo amatoriali,  ma  se fissare i  costi preventivi  è questione legittima, meno legittimo è fissare dei costi differenziati per poi  ottenere  la medesima “merce”.  

Va da se che non si discutono i 50 euro di differenza che alcune Società  stanno ampliamente recuperando indirizzando il maggior numero possibile dei  propri tesserati verso l ‘A.C.S.I;  Ma se ne discute   il principio.

Estratto della lettera inviata ad  alcune Società dal Presidente Broccardo

 “1- Pagina di presentazione della Società, con piè di pagina per i propri partner istituzionali: euro 200,00. E’ previsto un contributo del Comitato Trentino per le Società con atleti tesserati nelle categorie giovanil di 50 euro; pertanto la quota a carico di Società con tesserati agonisti sarà di euro 150,00.”



< indietro NEWS 2016
lg md sm xs