FENAROLI, GOTTARDI e DECARLI all'arrivo.

DOMENICA 22 LUGLIO  NON PERDIAMOCI IL BONDONE

Appiano/Mendola. ZAMBONI e SPOEGLER all'ultimo respiro.

Il "Zambo" onora al meglio la sua nuova maglia di campione italiano.

 

 

 APPIANO, 7 APRILE 2018. Con la APPIANO/MENDOLA,  si è conclusa  la prima prova   della   Sudtirol Berg Cup,  challenge di cinque   gare,  tutte disputate sulle principali salite dell'Alto Adine con due sottilissimi sconfinamenti in terra trentina, alla Mendola e a Pampeago,  il tutto per  incoronare  a fine stagione il re degli scalatori.

Sulla linea di partenza tutto il gotha del ciclismo che guarda all' insù con: ZAMBONI, SPOEGLER, CELEBI, DALSANT, SOGNE  FENAROLI, GOTTARD,  DECARLI , RIZZI  e ANZELINI tanto per  citare i più titolati , ma con un ‘occhio alle new entry che solo la prima gara della stagione riescono  a mettere in luce..

La "Mendel Race" propone una salita in linea con partenza dal "SANVID" di  Appiano ed arrivo dopo 14 km e 800 ed un dislivello di  m 958 di dislivello, al Passo della Mendola.
Una splendida giornata di sole stuzzica anche i meno preparati  tanto che sulla linea di partenza si presentano in 153, a conferma degli ottimi numeri che la corsa riesce sempre a raggiungere.    Numerosissimi gli scalatori altoatesini al via, ma ben nutrita anche la truppa dei trentini e qualche ciclista proveniente   dalle regioni limitrofe e da oltre Brennero.

Il Perginese ANDREA ZAMBONI parte con il numero uno (è il vincitore della passata edizione) ma gli occhi sono tutti puntati  su MICHAEL SPOEGLER fresco di anno sabbatico dovuto al periodo necessario per poter rientrare dai dilettanti fra le categorie master.  

I primi due chilometri non sortiscono effetto alcuno ma solo l’ allungo velleitario di TARCISIO LINARDI però subito rientrato.    Per smuovere le acque sul serio, ci pensa VOLFGANG HOFMANN del Team Racers Augeburg che senza scattare secco ma con prolungata insistenza, riesce ad allungare sensibilmente  il gruppo. Circa al  chilometro 10, appena un' attimo prima   delle roccette a strapiombo,  i  battistrada sono ridotti ad una mezza dozzina, ed è qui che la gara subisce la prima decisiva scossa, a dare il là è MICHAEL SPOEGLER che si produce in un primo tentativo di allungo subito però annullato sotto la  spinta di ZAMBONI che in pochi metri rientra sul fuggitivo. SPOEGLER non ci stà e si produce in una serie di scatti sempre francobollato da ZAMBONI. A due chilometri dall’arrivo senza che nessuno dei due riesca a fare la differenza già si respira aria di volata e volata sia: Il ventitrenne “Sarner” SPOEGLER parte lungo ma non fa la differenza, ZAMBONI ora tatticamente a buon gioco parte agli ottanta metri ma si deve impegnare  molto più del previsto per aver ragione del suo giovanissimo avversario. 1° ZAMBONI, 2° SPOEGLER, 3° CELEBI, 4°HOFMANN, 5° WIESER, 6° LORENZIN, 7° DALSANT: Fra i “trentini” bene anche ANZELINI, FENAROLI, GOTTARDI ,  DECARLI e CARLIN.

Fra le donne (2) prima piazza per: MONIKA DITL  che precede di nove secondi Eva Maria GATSCHER e LORNA CIACCI. (1.41"). Nelle women (1) prima EVA MARIA GATSCHER.

nel downloads in fondo alla pagina la prima parte della classifica  *** nello "scrollen" in fondo alcune immagini

 

per la classifica generale clicca qui

per la generale + categorie clicca qui

 

           

 



< indietro CRONACA, DALLE GARE
lg md sm xs