FAI DELLA PAGANELLA - L'arrivo di NICOLINI.

Vince Federico NICOLINI, dietro di lui i lombardi: CAPELLI e FENAROLI.

Si scioglie come la neve al sole la "corazzata" BRAO CAFFE' - UNTERTHURNER.

Il giudice  TAMIOZZO  protagonista di giornata.
La sua intransigenza  superiore ai fiscali e anacronistici giudici delle F.C.I. Prima nega l' iscrizione a DANIELE BERGAMO che dopo viene riammesso, poi non lo inserisce in  classifica e infine lo fa  "misteriosamente" ricomparire al primo posto, nelle classifiche di categoria.

 

FAI DELLA PAGANELLA. 20 maggio 2018. Va in cantiere fra luci ed ombre la 22° edizione del trofeo MARCOS ROTALSER gara in salita di km. 9.200 metri e  693 di ascesa cha da MEZZOLOMBARDO arriva fino a FAI della PAGANELLA.  Peccato che dietro ad una perfetta organizzazione del Team Rotaliano si siano presentati solo una settantina di concorrenti in netto contrasto con i numeri che riescono a raccogliere la manifestazioni di pari levatura organizzate  in Alto Adige. Ma tant’è che le concomitanze con la 9 COLLI e la Passo BUOLE  hanno un proprio prezzo da pagare anche se sessantasei  concorrenti non sono poi tanto male. Sulla linea di partenza mancano ZAMBONI, SPOGLER e quel KEVIN FANTINATO protagonisti assolutI della gare in salita di inizio stagione. Gara aperta dunque con occhi puntati sui soliti FENAROLI, DECARLI, R. DALSANT BERGAMO  e UNTERTHURNER. 

Fin dal primo chilometro sotto le spinte alternate di NICOLINI, FENARLI e UNTERHURNER il gruppo si sgretola riducendosi a una quindicina di concorrenti. Al chilometro 4.800 è NICOLINI che si incarica di allungare ancora il gruppo che metro dopo metro perde anche i pezzi più pregiati. All’ ultimo chilometro si presentanto NICOLINI, CAPELLI e FENAROLI per iniziare una volata che non c’è. NICOLINI allunga e si libera   di  CAPELLI 2°,  terzo un sempre più sorprendente DIEGO FENAROLI. Appena dietro STEPHAN UNTERTHURNER.

Strano ma neanche poi tanto che il giudice di gara così solerte nell’applicare puntigliose regole non si sia presa la briga  di prendere il tempo almeno del primo classificato,  ma tant’è che i il programma delle classifiche forse non contempla questa applicazione e si sa che per taluni premere il pulsante di un cronometro può essere cosa troppo complicata. Da una rapido e approssimativo calcolo effettuato con la sequenza  fotografica il tempo del primo classificato dovrebbe essere di 26.41” (molto all’incirca) i distacchi sono invece “quasi” reali: 2° - CAPELLI A 12”, 3° FENAROLI a 17”. 4° UNTERTRHURNER  a 25”, 5° DALSANT a 38”, 6° GOTTARDI a 46”. BERTI 1.01", LUTRICUSO 1,02", CARLIN 1.08".

Al femminile facile successo per SABINE GANDINI. 

Si impongone nelle rispettive categorie: NIGLIA, BERGAMO, GRISENTI, VIGL, LINARDI, NICOLINI, DALSANT, UNTERTHURNER e FENAROLI. 

 

nella foto della settimana due curiose immagini

PER LA CLASSIFICA VAI AL DOWNLOADS IN FONDO ALLA PAGINA.

 



< indietro CRONACA, DALLE GARE
lg md sm xs